Categorie
#NATIONSLEAGUE Bet CALCIO NAZIONALI

BET: 5 STRATEGIE PER SBANCARE IN NATIONS LEAGUE!

Tornano le nazionali, torna la Nations League! Siamo ormai giunti ai titoli di coda del torneo: mercoledì e giovedì si disputeranno le due semifinali e il 10 ottobre ci sarà la finalissima; molti scommettitori non sanno bene come comportarsi, infatti, con due sole partite, non si può certo giocare una semplice multipla e sperare di sbancare…Ed è qui che arriviamo noi! Vi proponiamo allora cinque strategie che potrebbero portarvi ottimi guadagni con pochi sforzi!

1) PASSAGGI DI TURNO

Partiamo dalla meno rischiosa: una multipla con le due squadre che passeranno il turno: poco rischio, vincita discreta!

•Il nostro prototipo: ITALIA+FRANCIA

•Importo consigliato: 10 euro
(vincita= 32€), guadagno: 22€!

•Rischio: basso!

2) MARCATORI

Giocata semplice, ma mai banale! Un marcatore per partita, l’attaccante che più vi intriga di ogni match, ma occhio a non puntarci troppo, il calcio non è una formula: nessuno parte con un goal di vantaggio!

•Il nostro prototipo: CHIESA/INSIGNE+LUKAKU/BENZEMA

•Importo consigliato: 5 euro
(vincita= 56€), guadagno: 51€!

•Rischio: medio!

3) LE NOSTRE PAZZIE

Delle ultime tre ne abbiamo prese due con quote molto interessanti, domani uscirà quella di Italia-Spagna, giovedì di Belgio-Francia, state sintonizzati!

•Il nostro prototipo: lo scoprirete presto!

•Importo consigliato: 10 euro a pazzia (vincita= 🤑🤑🤑!)

•Rischio: alto!

4) DOPPIA VINCITRICE TORNEO

Volete vincere senza rischiare troppo? Ecco la giocata giusta per voi! Il nostro consiglio, se scegliete questa strategia, è di giocarla oggi, prima che le quote si abbassino troppo!

•Il nostro prototipo: ITALIA/FRANCIA

•Importo consigliato: 15 euro×2
(vincita: Italia=52.50, Francia= 48.75),
guadagno: 18.75/22.50€!

•Rischio: basso!

5) VINCITRICE TORNEO

Puntate a una cassa ancora più consistente? Allora non vi resta che scommettere su una sola possibile vincitrice, rischiosa, ma non impossibile!

•Il nostro prototipo: FRANCIA

•Importo consigliato: 20 euro
(vincita= 65€), guadagno netto: 45€!

•Rischio: medio-alto!

Speriamo di esservi stati utili e di avervi ispirato, ovviamente i nostri prototipi rispecchiano la nostra linea di pensiero, all’interno di ogni strategia si hanno diverse opzioni, dalle più rischiose a quelle un po’ più semplici, le quote cambiano in base alle vostre scelte!

Categorie
CALCIO EUROPEI

BELGIO-ITALIA 1-2: LE PAGELLE!

Altro giro, altra corsa, altra vittima: Belgio colpito e affondato!
Un’Italia meravigliosa ci regala emozioni a non finire, mettendo sotto e eliminando senza timore quella che, dopo la Francia, era sicuramente la favorita del torneo!
PERCHÈ NOI SIAMO ITALIANI E MOLLARE NON CI È PERMESSO!


BELGIO


-COURTOIS: 6, subisce 2 goal su cui però può fare ben poco, per il resto ordinaria amministrazione, prestazione sufficiente e nella media.


-VERTONGHEN: 5.5, complice insieme al suo ex compagno Alderweireld sul goal di Barella, errore che pesa moltissimo sul risultato finale…


-ALDERWEIRELD: 6, gara leggermente migliore la sua; anche lui colpevole sul primo goal azzurro, ma poi è bravo a restare sul pezzo e ad annullare un lento Immobile.


-VERMAELEN: 6.5, buona prestazione del difensore militante nel campionato cinese, è il migliore del suo reparto e il più ordinato e organizzato in marcatura. PROMOSSO!


-MEUNIER: 6, “sanza infamia e sanza lodo”avrebbe detto un antico poeta fiorentino. Ci prova timidamente con un paio di cross che però non impensieriscono la solida difesa azzurra poi anche lui si deve arrendere al risultato finale…


-WITSEL: 5.5, poco propositivo, ma molto falloso. Valutazione che sarebbe stata anche sufficiente ma che, a causa dei troppi falli, si è leggermente abbassata; curioso come, pur avendo commesso molti falli, non sia mai stato ammonito.


-TIELEMANS: 5, totalmente insufficiente, regala palloni e non riesce a verticalizzare come solitamente sa fare, per questo viene sostituito al 70′.


-T. HAZARD: 5.5, era proprio lui a uscire da protagonista dalla sfida contro il Portogallo, ma ieri la sua prestazione è stata opaca e incolore, in una serata ben colorata di emozioni. Non riesce ad incidere perché su quella fascia trova un fantastico Spinazzola che gli sbatte in faccia il cartello “TU NON PUOI PASSARE”!


-DE BRUYNE: 6.5, primo tempo a ritmi molto alti, soprattutto quando trova lunghi spazi in ripartenza, ma nel secondo fortunatamente cala. Ci fa tremare nei primi minuti con una conclusione da fuori che però viene respinta alla grande dal nostro Gigio; tutte le incursioni belga partono dai suoi piedi o ci passano, questo per far capire la sua importanza nella partecipazione alla manovra dei Diavoli Rossi, anche se un giocatore come lui non ha bisogno di troppi complimenti, già conosciamo le sue incredibili doti calcistiche!


-DOKU: 7.5, un diciannovenne chiamato a sostituire un certo Eden Hazard, i dubbi erano molti… tutti smentiti! È di gran lunga il migliore dei suoi, reattivo, rapido e fulmineo negli inserimenti, guadagna anche il rigore saltando Di Lorenzo, prestazione fenomenale, ed è solo un 2002!


-LUKAKU 6.5, Big Rom c’è sempre, fa reparto da solo e supporta il peso di un attacco limitato e sfortunato. Trova la rete grazie al rigore realizzato centralmente ma ha altre due occasioni clamorose che per nostra fortuna non riesce a sfruttare. Bisogna fare i complimenti a Giorgione per come lo ha contenuto…


ITALIA


-DONNARUMMA: 7.5, è la sua serata, la serata del riscatto; insuperabile in più occasioni, Gigio si dimostra tanto forte quanto odiato, ma oggi rivela tratti di simpatia alla “Checco Zalone”, soprattutto quando si rende autore di una “sceneggiata” al 90′ che fa esplodere di gioia ogni cuore azzurro, noi compresi!


-DI LORENZO: 6.5, tre anni fa giocava in Serie B, ieri era chiamato a rappresentare la sua nazione in una delle competizioni più importanti di tutte, e lo fa molto bene. Al nostro Dilo spetta un cliente scomodo come Doku, il migliore dei suoi, ma, con l’aiuto del raddoppio di marcatura, riesce quasi sempre a contenerlo, a eccezione del rigore (molto dubbio) che gli costa il 7.


-BONUCCI: 6.5, giacca e cravatta al collo, con la sua solita eleganza gestisce le pratiche difensive insieme al compagno di reparto Giorgione, concedendo poco o nulla a Big Rom, che trova il goal solo dal dischetto.


-CHIELLINI: 7, ci sono giocatori scarsi, altri discreti, altri ancora molto forti, poi ci sono quelli con una marcia in più, la categoria di King Kong. È stato out per infortunio agli ottavi e la sua presenza ieri era il grande punto di domanda di Mancini, soprattutto perchè, per poter marcare Lukaku, serviva un Chiello al 100%. Era davvero al 100%? Non lo possiamo sapere, ma è riuscito a marcare Big Rom? Che domande! Per un veterano di guerra come lui è cosa da poco, da pochissimo!


-SPINAZZOLA: 7.5, nella partita più importante di tutte, lui si rivela il giocatore più importante di tutti! Lo troviamo ovunque: a destra, a sinistra, in attacco e anche difensore centrale, quando ha letteralmente salvato il risultato togliendo un pallone che era a pochi centimetri dalla linea di porta. Esce purtroppo in barella, e, abbattuto dal dispiacere, scoppia in lacrime, non si sa ancora l’entità dell’infortunio, ma sappiamo una cosa: NOI SIAMO TUTTI CON TE LEO!


-VERRATTI: 6.5, in una partita in cui ogni pallone era di cruciale importanza, la sua intelligenza e la sua tecnicità sono fondamentali alla causa, è proprio suo l’assist per l’1-0 di Barella!


-BARELLA: 7.5, agli ottavi Chiesa e Pessina, oggi è il suo turno! Goal pazzesco del nostro Nicolò, che disarciona un pallone tra le gambe di due giocatori belga per poi piazzarlo all’angolo opposto con un siluro a incrociare che non lascia scampo a Courtois. GIOIELLO!


-JORGINHO: 7, l’Italia è un edificio perfetto, lui ne è l’architetto! Imposta, smista e mette ordine in mezzo al campo, non regalando nulla ai giocatori avversari, perchè con lui il nostro motto è questo: “Non si perde neanche un pallone, perchè ogni pallone vale un goal”!


-INSIGNE: 7.5, “u scugnizzo col tir aggir fatato”! Ci ha spesso provato nel corso di questi Europei, ma erano solo tiri d’allenamento, perchè la magia l’ha sfornata ieri: dribbling a rientrare e tiro a giro telecomandato al sette, quando il nostro scugnizzo sta bene il pallone non glielo togli mai…


-IMMOBILE: 4.5, tutti bravi, tutti promossi, ma c’è una pecora nera, che è proprio Ciro. Il centravanti azzurro sembra non aver ancora trovato la sua realtà con questa maglia, fatica a essere lucido e spesso e volentieri sbaglia stop semplici o non riesce a imporsi spalle alla porta sui difensori avversari; a un certo punto il cambio con Belotti diventa d’obbligo e, perchè no, potrebbe esserlo anche il prossimo turno, ma stavolta dal primo minuto.


-CHIESA: 6, corre tanto, tantissimo, ma stavolta non è abbastanza decisivo; rimane comunque un fattore in mezzo al campo!

Categorie
CALCIO EUROPEI

BELGIO-PORTOGALLO 1-0: LE PAGELLE!

Azzurri, prepariamo i camion per fermare Romelu Lukaku! Ebbene sì, saranno proprio i Diavoli Rossi di Big Rom i nostri avversari ai quarti: il Belgio batte 1-0 il Portogallo di Cr7, strappando una qualificazione combattutissima. Vediamo allora come hanno giocato i protagonisti del big match di ieri!

BELGIO

-COURTOIS: 6.5, dà grande sicurezza al reparto difensivo blindando la porta a CR7 e i suoi. Provvidenziale su André silva nel finale.


-VERMAELEN: 6.5, a sorpresa di tutti è lui il pilastro della difesa belga, non fa passare nulla, attento sui cross e nelle chiusure. SORPRESA!


-ALDERWEIRELD: 6, a volte è più insicuro rispetto ai compagni, ma anche lui aiuta in maniera efficace i compagni di reparto a difendersi dagli attacchi portoghesi.


-VERTONGHEN: 6, sempre attento e preciso, non si fa notare per particolari chiusure, ma neanche per particolari errori, ed è proprio ciò che un difensore dovrebbe fare!


-MEUNIER: 6.5, un fattore in entrambe le metacampo. Sempre puntuale in difesa e spesso propositivo davanti, si concede anche giocate da trequartista come la “trivela” nel primo tempo…


-TIELEMANS: 5.5, nel primo tempo il Belgio muove bene la palla e risaltano le grandi qualità del centrocampista delle Foxes, poi, quando la partita si fa combattuta e intensa, ne risente maggiormente.


-WITSEL: 5, anche lui deve arrendersi allo strapotere del centrocampo portoghese, si vede poco e offensivamente è nullo.


-T. HAZARD: 7, a deciderla è sempre Hazard, ma stavolta non Eden! L’esterno del Dortmund sigla un gran gol da fuori area che si rivela decisivo, FENOMENALE!


-DE BRUYNE: 6, partita di normale amministrazione per un campione come lui: si fa sempre trovare in mezzo al campo  e amministra il gioco dei diavoli rossi con lanci e verticalizzazioni. Non incide però particolarmente anche a causa dell’ennesimo infortunio, che lo costringe poi a uscire dal campo in anticipo.


-E. HAZARD: 7.5, sembra finalmente di vedere il vecchio Eden, quello che faceva costantemente impazzire le difese avversarie; quando dribbla è imprendibile se non facendo falli, è lui, insieme al fratello, a brillare di più stanotte!


-LUKAKU: 6.5, poco freddo sotto porta, ma si dimostra ancora una volta una forza della natura! Si trova in marcatura Ruben Dias, che viene letteralmente spazzato via in occasione del primo gol. Grande sacrificio e lavoro spalle alla porta, partita a cui manca solo il gol!

PORTOGALLO


-RUI PATRICIO: 6, prestazione sufficiente, qualche errore di troppo in fase di impostazione, ma non può nulla sull’ 1 a 0.


-DALOT: 6, uno dei più pericolosi dei suoi a fine partita, tanta grinta ma concretizza poco.


-RUBEN DIAS: 5.5, gli spetta l’incarico di marcare Lukaku e non sempre gli riesce al meglio, rischia anche di segnare con un colpo di testa nel finale ma Courtois si oppone.


-PEPE: 6, primo tempo sontuoso, nel secondo perde un po’ la calma e inizia a commettere errori banali, ma nonostante ciò strappa una sufficienza piena.


-GUERREIRO: 6.5, non si ferma mai, corre su ogni pallone e solo un palo a portiere battuto gli nega il goal del pareggio. MOTORINO!


-MOUTINHO: 5, svolge entrambe le fasi, ma sbaglia tanto, troppo, uno dei peggiori dei suoi.


-PALINHA: 5.5, fa la legna in mezzo al campo, andando su ogni contrasto senza alcun timore, perde però troppo spesso De Bruyne.


-RENATO SANCHES: 7, il migliore in campo per i portoghesi, dribbla, scatta e smista il pallone, nessuno riesce a togliergli palla. IMPRENDIBILE!


-JOTA: 4.5, partita sottotono la sua, è proprio lui infatti il peggiore in campo, si propone spesso ma sbaglia altrettante volte, spreca inoltre un’occasione clamorosa per tempo.


-BERNARDO SILVA: 5, un fantasma, non si propone per i compagni e di conseguenza non viene cercato. partita al di sotto dei suoi standard…


-CRISTIANO RONALDO: 6.5, nel primo tempo si prende la squadra sulle spalle, provandoci sempre e comunque, ma nel secondo tempo cala un po’. Cr7 crea tanto per lui e per i compagni ma non riesce a trovare la via del goal, è anche molto sfortunato!

Categorie
CALCIO EUROPEI

BELGIO EURO21: I DIAVOLI ROSSI A CACCIA DELLA DEFINITVA CONSACRAZIONE!

Dopo aver visitato gli “Orange” di De Boer, pronti a fare della spensierata gioventù la loro arma migliore, oggi studieremo da vicino i “Diavoli Rossi”, che, capitanati da Roberto Martinez, cercheranno in tutti i modi di strappare il loro primo europeo di sempre…

IL BELGIO!

I 26 CONVOCATI:

Portieri: Thibaut Courtois, Simon Mignolet, Matz Sels

Difensori: Dedryck Boyata, Jason Denayer, Jan Vertonghen, Toby Alderweireld, Thomas Vermaelen

Centrocampisti: Axel Witsel, Youri Tielemans, Leander Dendoncker, Kevin De Bruyne, Hans Vanaken, Dennis Praet, Thomas Meunier, Yannick Carrasco , Thorgan Hazard, Timothy Castagne, Nacer Chadli

Attaccanti: Eden Hazard, Romelu Lukaku, Michy Batshuayi, Christian Benteke, Dries Mertens, Jeremy Doku, Leandro Trossard.

Il Belgio si presenta ormai da diversi anni come una vera e propria “big”, a testimoniarlo è proprio la prima posizione nel ranking delle nazionali!  Infatti parliamo sicuramente della generazione più forte nella storia belga…

Sebbene alcuni dei pilastri delle furie rosse, come, ad esempio, Eden Hazard, non siano molto in forma, ci sono invece giocatori che nell’ultima stagione hanno raggiunto livelli altissimi, come il “gigante buono” Romelu Lukaku.

PROBABILE FORMAZIONE:

Il Belgio sarà una delle poche squadre a schierarsi con la difesa a 3. Per farlo si servirà di pilastri difensivi come Vertonghen, Alderweireld e Denayer. Sulle fasce spazio a Carrasco e Castagne, vecchia conoscenza della nostra Serie A. Il CT Martinez può inoltre contare su un centrocampo bilanciato composto tra due dei migliori centrali della scorsa Premier League: il genio De Bruyne, che dovrebbe essere assente alle prime partite a causa della collisione con Rudiger in finale di Champions, e l’affidabilissimo Tielemans. A completare il quadro ecco infine un attacco ricco di forza e qualità: il perno Lukaku affiancato da due frecce come Dries Mertens e Eden Hazard, a caccia di riscatto dopo due stagioni sottotono.

IL PROTAGONISTA:

ROMELU LUKAKU!

Lukaku col Belgio è una macchina da gol

Il leader di questo Belgio sarà sicuramente il centravanti nerazzurro, reduce da una stagione a dir poco fantastica coronata da 24 gol e 11 assist in campionato. Infatti Big Rom, con l’aiuto di due fantasisti come De Bruyne e Hazard, avrà il compito di trascinare i suoi a suon di goal, anche grazie al suo strapotere fisico e alla sua freddezza sotto porta. Il “Gigante Buono” leader dei “Diavoli Rossi”, ne vedremo delle belle!

IL GIRONE:

BELGIO-RUSSIA-FINLANDIA-DANIMARCA

Il Belgio si trova in un girone piuttosto abbordabile, anche se non potrà permettersi di rilassarsi troppo. In una competizione come questa tutte le squadre hanno infatti qualche possibilità e la squadra di Martinez dovrà temere ogni rivale, in particolar modo la Danimarca, che ha già stupito in positivo negli ultimi mondiali e punterà sicuramente alla riconferma!

LA NOSTRA PREVISIONE:

ELIMINAZIONE IN SEMIFINALE!