Categorie
Senza categoria

INTER: MAGIA SCUDETTO!

Dopo ben nove anni di dominio bianconero è l’Inter che riesce a mettere le mani sul tanto desiderato titolo.

E a guidare la truppa nerazzurra, ironia della sorte, è proprio Antonio Conte, lo stesso che diede il via all’egemonia della Vecchia Signora.

Antonio Conte gela l'Inter: "Io e la squadra mai protetti dalla società.  Mio futuro? Vedremo". Solita strategia: il lamento con vuoto a rendere - Il  Fatto Quotidiano

I tifosi interisti possono dunque festeggiare vedendo sempre più vicina la seconda stella cucita sulla maglia ed avendo finalmente superato i cugini milanisti in quanto a scudetti vinti.

Diventano 19 gli scudetti della Beneamata e questo è certamente uno dei più inaspettati: infatti, se è vero che Conte avesse a disposizione una rosa piena di talenti come il Toro Lautaro e il gigante Lukaku, oltre a giovani del calibro di Nicolò Barella o del neo-acquisto Hakimi, è anche vero che le contendenti al titolo erano tante e la stagione non era iniziata nei migliori dei modi.

Hakimi ancora in gol: "Continuità di risultati e buone sensazioni" | News

Il primo passo falso dei Nerazzurri avvenne infatti già alla quarta giornata, con la sconfitta nel derby per mano di uno scatenato Diavolo guidato dal solito Zlatan Ibrahimovic.

La stagione fatica a decollare con una difesa che incassa troppi colpi e un attacco ancora troppo macchinoso e prevedibile.

Questi problemi tattici si riflettono ben presto sui risultati:

Conte e i suoi non riescono a tenere il ritmo in campionato di un super Milan e a complicare ulteriormente le cose è il mancato raggiungimento degli ottavi di Champions League per il terzo anno di fila.

Uno dei momenti più bassi della stagione dell’Inter è proprio la partita con lo Shaktar, quando i nerazzurri, incapaci di ferire la corazzata ucraina e con la Dea della fortuna che gli volta le spalle, si fermano sullo 0-0.

Iniziano allora a farsi sentire le critiche verso il tecnico pugliese da parte della Curva Nord, ben memore del suo passato bianconero.

Insomma, l’obiettivo Champions è già precocemente tramontato e a Milano si sente solo il coro rossonero “Pioli is on fire!”, la situazione si fa sempre più tesa…

Ma Conte, determinatissimo e inabbattibile, alza il cappello e tira fuori la magia: chiude le porte della difesa e trova la ricetta del successo che avrebbe poi svoltato la stagione.

I primi segni di cambiamento si vedono già a fine Novembre con la vittoria esterna in casa di un ostico Sassuolo per 3 a 0.

Troviamo per la prima volta un’Inter più solida, che tiene il baricentro basso aspettando l’avversario per poi ripartire in maniera fulminea sfruttando la corsa di velocisti come Lukaku, Barella e Hakimi. La svolta stagionale arriva però con la schiacciante vittoria contro una Juve lenta e scoperta.

Nel periodo seguente Conte riscopre il vero valore di Eriksen e l’Inter diventa una macchina da guerra, a guidarla è la seconda coppia d’attacco più prolifica d’Europa: la LuLa.

Nonostante l’eliminazione rocambolesca dalla coppa Italia la squadra di Conte non si scoraggia e, schiacciato il Milan nello scontro diretto e ormai superatolo, non si volta più indietro fino al sollevamento della prestigiosa coppa.

IL NOSTRO VOTO ALLA STAGIONE NERAZZURRA: 8.5

Non si può che premiare la squadra vincitrice di uno dei più competitivi campionati degli ultimi tempi. Passano dunque abbastanza in secondo piano il brutto risultato in Champions e l’eliminazione dalla coppa Italia.

Davvero un grandissimo lavoro da parte di giocatori e tecnico, che hanno saputo realizzare insieme un sogno: rialzare sotto al cielo della Madonnina quello scudetto che mancava dal 2010!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...